Lecciona


Scheda

Località:

LECCIONA

Provincia:

Lucca

Nome:

Spiaggia della Lecciona

Informazioni:

Spiaggia libera selvaggia e parco

Note:

Come raggiungerla:

Percorrere la vecchia SS.1 Aurelia in direzione di Rosignano; a metà tra Livorno e Quercianella si parcheggia sulla strada, 100 metri dopo del Ristorante “Il Sassoscritto” (direzione Sud). Si discende al mare per un viottolino di scale abbastanza lungo, in fondo si va al centro o a destra, e si arriva alla scogliera in 1 minuto.

Gallery

Descrizione

La spiaggia della Lecciona è l’unica grande spiaggia libera del Lucchese e una delle poche spiagge italiane che ancora preserva il suo stato naturale. È situata fra Torre del Lago e Viareggio, in Lucchesia ed è inserita nel Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli. La spiaggia è ancora selvaggia e gay friendly sin dagli anni ’70. La bandiera arcobaleno sventola sulla grande spiaggia tra un capannello e l’altro costruito utilizzando ogni anno la legna e i tronchi trasportati dal mare.

Rimane una delle mete preferite dagli italiani e dai turisti stranieri per trascorrere le vacanze estive per il suo mare pulito, le spiagge particolarmente curate e il clima rendono la Versilia attraente sia per i giovani – che oltre al mare di giorno possono trovare una vastissima scelta di discoteche e locali notturni la sera –  che per le famiglie. La spiaggia è caratterizzata dalla presenza di dune che permettono di appartarsi e di nascondersi da occhi indiscreti, il lungomare invece è libero da qualsiasi ostacolo naturale ed è qui che perlopiù la gente si dispone ad abbronzarsi. Naturalmente essendo una spiaggia libera bisogna portarsi ogni cosa di cui si abbia bisogno, facendo attenzione al peso perchè, essendo all’interno di un Parco Naturale, non si ha la possibilità di arrivarci con mezzi motorizzati.

Eventi

  • Pulizia della Riserva Naturale (maggio) – Legambiente Versilia organizza la consueta pulizia della spiaggia della Lecciona, per la campagna nazionale  “Spiagge e fondali puliti 2016”. I partecipanti sono invitati a venire in bicicletta, sia per evitare il costo del parcheggio, sia per poter raggiungere agevolmente il luogo della pulizia, non accessibile ai mezzi motorizzati.  Guanti e sacchi, come sempre, sono forniti da SEA Ambiente. L’ iniziativa vuole attirare l’attenzione sullo splendido ambiente dunale della riserva, una delle poche aree dunali estese ancora intatte dei litorali italiani, un ambiente bellissimo ricco di biodiversità ma fragile e quindi da proteggere.